Home » Cronache di gusto » Frecciarossa Milano-Parigi: il menù è proposto da Carlo Cracco
Cronache di gusto

Frecciarossa Milano-Parigi: il menù è proposto da Carlo Cracco

Easy Gourmet”: si chiama così il menù che include 3 proposte d’eccellenza – di cui una firmata da Carlo Cracco – per chi viaggia a bordo del Frecciarossa. Il 18 dicembre 2021, dopo 11 anni, verrà riattivata la tratta Milano-Parigi con quattro corse al giorno e, per deliziare i passeggeri, Trenitalia propone dei piatti che strizzano l’occhio all’alta cucina, pensati in modo specifico per le esigenze di chi ha poco tempo a disposizione e non vuole allontanarsi dalla propria poltrona.

Richiedi informazioni su Sommet Education

Network leader in Hospitality e Scuole di cucina, Sommet Education offre una rete di istituti di fama mondiale
  • Consulta la privacy policy
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Il menù gourmet “Carlo Cracco”

In realtà il menù “Carlo Cracco” viene già proposto nelle classi Business e Premium dei percorsi su territorio italiano, con l’intento di offrire un pasto leggero e da consumare velocemente, senza però rinunciare alla qualità. La proposta a cura del noto Chef Stellato è costituita da un club sandwich con prosciutto cotto affumicato e una frolla ideata dallo chef, accompagnati dalle immancabili patatine San Carlo di cui Cracco è testimonial, il tutto accompagnato da Coca-cola Zero o birra Nastro Azzurro, oltre che dolce e acqua. La cifra alla carta è di 18 euro.

Gli altri due menù gourmet, accompagnati dalle stesse bevande, si chiamano “Tradizione Italiana”, (che include pasta al pomodoro e basilico e biscotti) e “Freschi Sapori”, composto da piatto freddo e biscotti.

Carlo Cracco, chef e personaggio tv

I progetti di Cracco sono numerosi ed entusiasmanti: solo nell’ultimo anno lo chef stellato, noto al grande pubblico per la sua partecipazione a Masterchef nelle vesti di giudice, ha aperto una collaborazione con la comunità di San Patrignano per la nascita di “Vistamare” (la prima etichetta del vino prodotto dalle sue vigne), ha aperto “Cracco Portofino” (un bistrot di cucina vegana nell’omonima cittadina) e ha lanciato una linea di distillati.
Per gli appassionati di serie TV su Amazon Prime Video si trova “Dinner Club”, un diario di viaggio culinario che vede lo chef Cracco, in compagnia di noti attori e comici, andare alla ricerca dell’arte culinaria italiana in viaggio attraverso il Bel Paese.

La brillante carriera di Carlo Cracco inizia a Milano, dove approda dopo gli studi alberghieri. Nel 1986 passa sotto la guida di Gualtiero Marchesi, che sarà uno dei suoi mentori. Come ogni apprendista chef che si rispetti si approccia al mondo della cucina francese, per poi tornare in Italia e ottenere tre Stelle Michelin alla guida dell’Enoteca Pinchiorri di Firenze.

Da lì, la nascita del suo primo ristorante ad Alba (“Le Clivie”), seguita da numerose collaborazioni e inaugurazioni, fino alla celeberrima apertura di “Galleria Cracco” che, nel cuore di Milano, propone i piatti della tradizione meneghina con il tocco innovativo dello Chef.

La filosofia di Chef Cracco è nota come filosofia della sintesi, che nasce dall’accostamento insolito di ingredienti all’apparenza molto lontani tra loro, che danno origine a un gusto nuovo: un esempio su tutti è il suo piatto a base di ostrica e rognone, presentato durante la manifestazione francese “Le Fooding”. Dal sandwich gourmet al suo celebre uovo marinato, Cracco nella sua cucina mette sempre cervello, tecnica, cuore, passione, mantenendo sempre un grande rispetto per il cibo, guidato dalla ricerca costante e dalla volontà di suscitare emozioni sempre nuove.

 

Add Comment

Click here to post a comment

Partner

Passione Capelli
DAO Content

Post più letti

Newsletter

Tieniti aggiornato sulle ultime news di The Tasty Ways

  • Consulta la privacy policy
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.