Home » Eccellenze dal mondo » Amarone “Il lussurioso” riserva 2011 della cantina Buglioni: molti pregi, nessun difetto
Eccellenze dal mondo Ospitalità

Amarone “Il lussurioso” riserva 2011 della cantina Buglioni: molti pregi, nessun difetto

Bottiglie di Amarone Buglioni in una cassetta di legno

L’Amarone è, senza dubbio, uno dei vini rossi più famosi della viticoltura italiana. Ne vengono prodotte quantità industriali ogni anno e, a dimostrazione di quanto sia global la sua fama, la maggior parte viene esportata all’estero. Non è nuova la convinzione che le eccellenze nostrane siano più apprezzate fuori dal belpaese. “Nemo profeta in patria” dice qualcuno, eppure ‒ eccezione che conferma la regola ‒ in questi anni, l’Amarone dell’azienda agricola Buglioni ha fatto man bassa di premi e riconoscimenti. Parliamo, in particolare, dell’Amarone della Valpolicella Classico Riserva “Il lussurioso”, specificatamente dell’annata 2011.

Il vino ha ottenuto, in serie, il massimo riconoscimento della guida Vini buoni d’Italia, vale a dire “La corona”, un certificato di eccellenza al “Merano Wine Award” del 2016, la medaglia d’argento alla “International Wine & Spirit Competition” 2016 e, dulcis in fundo, le super tre stelle della Guida Veronelli per l’anno corrente. Ma lasciamo spazio a i sensi

Sentore e sapore

Alla vista, il vino si presenta di colore rosso rubino intenso dai riflessi tegola. Ha un odore espressivo, elegante e goloso, che evoca il cioccolato fondente e l’amarena, si percepiscono sentori di vaniglia, tabacco e liquirizia. In bocca, ha un gusto pieno e vellutato, avvolgente e morbido, uno stile tonico che privilegia l´espressione degli aromi. Finale fresco, persistente, che riesce a convincere.

Abbinamenti

Il connubio tradizionale è quello con la selvaggina e i formaggi stagionati ma, per non lasciare niente di intentato e giocare un po’ coi sapori, si può sperimentare in abbinamento al cioccolato bitter 85%.

È un vino da meditazione prodotto unicamente in annate eccellenti. Ad un’attenta selezione delle uve migliori, segue un appassimento prolungato e una lenta fermentazione. Matura per più di 2 anni in barrique e si completa dopo 18 mesi di affinamento in bottiglia.

I produttori consigliano di stappare almeno 4 ore prima di berlo o lasciarlo decantare per 1 ora, poi riportarlo in bottiglia, prima di servire a tavola.

Al momento, la quotazione si aggira intorno ai 47 euro.

Amarone
“Il lussurioso” 2011 (foto da www.s-media-cache-ak0.pinimg.com)

L’azienda

Nel cuore della Valpolicella, a Corrubbio di San Pietro in Cariano, sorge l’Azienda della famiglia Buglioni. Circondata dai vigneti, ecco anche la “Locanda del bugiardo”, un vecchio casolare di campagna ristrutturato ad arte con gusto e personalità. La Locanda è il luogo ideale per vivere un’esperienza eno-gastronomica speciale, un’esperienza che sa affascinare anche il più fine buongustaio.

Un po’ più in là, lungo il sentiero di ghiaia, c’è l’agriturismo ‒ la “Dimora del bugiardo” ‒ una casa colonica lussuosamente ristrutturata, a disposizione di coloro che vogliono sperimentare a 360 gradi l’universo sensoriale targato Buglioni.

A completamento dell’offerta, ci sono le tre “Osterie del bugiardo”, divenute, in breve, punti di riferimento per cittadini e turisti. Incontri di lavoro, aperitivi o semplici degustazioni di vino accompagnate dai piatti tipici della tradizione veronese. Sorgono una nel centro storico di Verona, un’altra a Villafranca di Verona e l’ultima a Santa Maria di Negrar, a poca distanza dall’agriturismo e dalla locanda.

Un’attività imprenditoriale a tutto tondo, insomma, al passo coi tempi e in continua espansione.

Add Comment

Click here to post a comment

DAO Content

Post più letti

Newsletter

Tieniti aggiornato sulle ultime news di The Tasty Ways

  • Consulta la privacy policy
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.