Home » Eccellenze dal mondo » Trebbiano d’Abruzzo Riserva, parole e musica di Marina Cvetic Masciarelli
Marina Cvetic
Marina Cvetic
Eccellenze dal mondo

Trebbiano d’Abruzzo Riserva, parole e musica di Marina Cvetic Masciarelli

Masciarelli Tenute Agricole nasce nel 1981 dall’intuito imprenditoriale di Gianni Masciarelli, figura simbolo del panorama enologico italiano e protagonista dell’affermazione della vitivinicultura abruzzese moderna. Facciamo qualche domanda a Marina Cvetic, l’attuale proprietaria dell’azienda vinicola.

L’azienda nasce nel 1978 grazie alla passione di Gianni Masciarelli. Da allora ad oggi, in che modo è cambiato l’approccio ai metodi di produzione?

Io mi reputo un’artigiana del vino, come lo era Gianni e quindi è normale che l’approccio non possa essere esattamente lo stesso: ogni persona e, direi, ogni generazione (visto che mia figlia mi affianca ormai da qualche anno in azienda), imprime un proprio stile, un proprio modo di fare, unico, al lavoro. In azienda cerchiamo di mantenerci sempre aperti all’innovazione e alla sperimentazione, una delle grandi lezioni che ci ha lasciato Gianni. I principi alla base di tutto restano gli stessi: qualità senza compromessi, rispetto dei consumatori e promozione dell’eccellenza abruzzese nel mondo.

È possibile mantenere una dose di artigianalità del prodotto quando i volumi di affari aumentano in modo esponenziale?

Ne sono convinta, a patto che ogni linea venga trattata separatamente con grande passione e dedizione dell’intero team di lavoro. Ogni parcella di vigneto viene vinificata e fatta affinare separatamente per ottenere massima qualità e massima tracciabilità lungo tutta la filiera, rispettando la diversità di ogni singola produzione e di ogni singolo territorio.

È alla fine degli anni ’80 che si registrano i primi significativi successi di vendita e dei primi apprezzamenti da parte della critica nazionale. Il cambio di passo può intendersi come naturale conseguenza dell’arrivo di Marina Cvetic?

Non ho mai rinunciato a introdurre quei cambiamenti che ritenevo necessari e che hanno portato il mio stile in azienda. Nel creare i miei vini (la linea Marina Cvetic che Gianni mi aveva dedicato), ho sempre cercato di aggiungere un tocco personale che li rendesse unici. Contemporaneamente ho cercato di aprire l’Azienda ai mercati internazionali, il che mi ha posto davanti a innumerevoli sfide ma ha alla fine portato anche grandi soddisfazioni.

Dedicare una linea vinicola alla propria consorte è un pensiero molto romantico. Credete che i clienti apprezzino la sensibilità del gesto, e che il successo del brand sia dovuto a un fattore di tipo emozionale?

Penso che, dopo la qualità di un prodotto che rappresenta in pieno il made in Italy, anche il fattore emozionale abbia influito molto, perché sono le storie che ci conquistano. Il mio nome non è propriamente “Italian sounding” eppure il cuore di un artigiano – che è sempre innamorato di quello che fa – è riuscito comunque a comunicare in modo eloquente. D’altro canto, moltissimi hanno imparato ad amare questi vini senza sapere che Marina Cvetic fosse una persona!

Qual è il vino che vi sta dando maggiore soddisfazione?

Uno dei miei preferiti è da sempre il Trebbiano d’Abruzzo Riserva Marina Cvetic: un vino originale, dalla grande freschezza ma anche ricco e rotondo grazie all’affinamento in barrique di rovere francese, il Trebbiano che non ti aspetti insomma, definito da molti un unicum nel panorama vinicolo del centro Italia.

Marina Cvetic
Trebbiano d’Abruzzo Riserva Marina Cvetic

Essere nelle cantine di molti ristornati stellati è motivo di orgoglio per voi?

Si tratta di un riconoscimento importante della qualità dei nostri prodotti e di una garanzia ulteriore per i consumatori; dall’altra parte, sapere che tanti chef e sommelier ad altissimi livelli scelgono i nostri vini vuol dire che stiamo andando nella giusta direzione. Tra i vari ristoranti in cui trovare il Trebbiano Riserva e altri vini Masciarelli: Il Pagliaccio, Da Vittorio, Torre del Saracino, Osteria Francescana, La Pergola, La Pineta, Mammà, Bye Bye Blues, Al Metrò, Villa Majella, La Bandiera, Il Cambio, Le Calandre, Stazione di Posta, Metamorfosi, Sadler…

Post più letti

Newsletter

Tieniti aggiornato sulle ultime news di The Tasty Ways

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Facebook

Twitter

#Sushi mania: 4 regole d’oro per gustarlo al meglio e mangiarlo in sicurezza https://t.co/y89LS9GzJe https://t.co/V4HJGoqyCm

#Sushi mania: 4 regole d’oro per gustarlo al meglio e mangiarlo in sicurezza https://t.co/LNS7GqqMPV https://t.co/mRxfOAdPku

Estate 2017: viaggio tra le #eccellenzegastronomichecalabresi https://t.co/CPYv3KtDEW https://t.co/IQ5rJfsMRx

Mangiar bene in sud Sardegna: 7 indirizzi da non perdere tra #Chia, Pula e #Cagliari https://t.co/CgQoblRZdr https://t.co/yAggQ49kLq

10 #ristoranti top in #CostaSmeralda da provare almeno una volta https://t.co/6amxeCe4tJ https://t.co/pXYVbgBi9z

Load More...

Post più condivisi