Home » Ristoranti » Mangiare nel delta del Po: La Capanna di Eraclio e la tradizione ferrarese
Ristoranti

Mangiare nel delta del Po: La Capanna di Eraclio e la tradizione ferrarese

Capanna di Eraclio: Maria Grazia Soncini, Wanda, Elettra

La Capanna di Eraclio il bancone del barNei pressi di Codigoro, provincia di Ferrara, dove la terra incontra il delta del Po a formare un dedalo di canali, tra i riflessi delle acque, le distese dei campi e la macchia scura della vegetazione, in un territorio ricco di storia e tradizioni. La nebbia che spesso avvolge tutto, rende questo luogo magico, e raggiungere la Capanna di Eraclio darà il senso di conquista e trasporterà in un’epoca distante nello spazio e nel tempo.

Non si giunge in un luogo qualunque, si entra nel tempio della tradizione: un grande bancone da bar all’ingresso, con bottiglie e cimeli del passato, e i quadri alle pareti delle due sale, regali di artisti che sono passati di lì e che hanno regalato qualche loro opera in cambio di una cena, o le foto di famiglia, a raccontare una saga che dura da più di cinquanta anni.

Tre generazioni di donne in cucina

La Capanna di Eraclio GranseolaLa cucina è il regno matriarcale di tre generazioni: Wanda, una signora ultraottantenne affiancata dalla figlia Maria Grazia Soncini e dalla di lei figlia Elettra, poco più che ventenne. Le grandi materie prime del territorio trovano qui il loro migliore approdo, all’insegna di gioiosa ricerca e conservazione, e il menu è la celebrazione dei giorni di festa. Maria Grazia ha una vitalità e una curiosità debordanti, studia continuamente le nuove tecniche senza mai perdere d’occhio le proprie radici, all’insegna di una tradizione che sa rinnovarsi a ogni stagione.

La Capanna di Eraclio Maltagliati con vongole veraci e salicorniaImperdibili il crudo di crostacei, la grancevola alla veneziana con la maionese montata a mano, le moeche fritte con la polenta bianca a testimoniare la vicinanza con il confine veneto, le paste tirate a mano, la selvaggina come la pernice arrosto, e l’anguilla “arost in umad”, prima scottata sulle braci e cotta in forno, i calamari passati nella padella di ferro, materie prime freschissime e ognuna lavorata al meglio e cotte alla perfezione.

 

Ambiente informale

L’atmosfera è intima, tanto familiare e accogliente da invitare alla convivialità, per cui non sarà difficile scambiare qualche parola coi commensali dei tavoli vicini, mentre il maître Pierluigi – fratello di Maria Grazia – saprà consigliare i migliori abbinamenti di vini scelti anche tra quelli tipici del territorio, e vi porterà i piatti su un antico carrello di legno, all’insegna della grande trattoria italiana.

Tutte le fotografie sono di Lido Vannucchi

Ristorante La Capanna di Eraclio
Via per le Venezie – 44021 Ponte Vicini di Codigoro – Ferrara
Tel. +39 0533 712154
Mail: [email protected]

DAO Content

Post più letti

Newsletter

Tieniti aggiornato sulle ultime news di The Tasty Ways

  • Consulta la privacy policy
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.