Home » Ristoranti » Punto e la contemporaneità della trattoria italiana
Ristoranti

Punto e la contemporaneità della trattoria italiana

Damiano Donati, lo chef del Punto
Damiano Donati, lo chef (ph. Lido Vannucchi).

Nel centro storico di Lucca, appena fuori dalla celebre piazza ovale dell’Anfiteatro, sorge il Punto, una “trattoria italiana contemporanea”, nei locali in cui un tempo le giovani intrattenevano i giovani, come testimonia l’edicola sacra sopra l’ingresso, in un mix invitante tra sacro e profano.

Punto - La facciata
La facciata (ph. Lido Vannucchi).

La filosofia che soggiace al ristorante è quella della scarnificazione massima, della conquista della semplicità e del minimalismo, che fa da filo conduttore dalla vista al palato. Gli arredi dall’allure post-industriale, assemblati con materiali di recupero, la tavola senza tovaglia, fino alla cucina che merita un capitolo a parte: il menu, con le quattro portate negli antipasti, quattro nei primi, 4 nei secondi e 4 nei dessert (ogni sezione è a prezzo fisso e decisamente pop) e che cambia ogni mese inseguendo la purezza della stagionalità, è il frutto della mente di un giovane cuoco, Damiano Donati che coi suoi tatuaggi porta sulla pelle la cifra di una vita dedicata alla passione per il cibo.

Punto - Blinis di farina di ceci e verdure marinate
Blinis di farina di ceci e verdure marinate (ph. Lido Vannucchi)

Una carriera iniziata prestissimo e costellata di esperienze importanti, in primis dai fratelli Alajmo, e culminata con la guida della cucina del Serendepico (LU). Dopo il titolo di Chef emergente per il Gambero Rosso e la menzione de L’Espresso, si allontana dai fornelli per rifugiarsi in campagna in un’azienda agricola biodinamica, una lezione fondamentale che gli ha permesso di riscoprire il piacere del cucinare, tracciando un nuovo percorso tutto suo, alla guida del Punto.

Punto - Spaghetti con burro e susine acide
Spaghetti con burro e susine acide (ph. Lido Vannucchi).

Filosofia dello ‘scarto zero’ in cucina

Nel menu si susseguono piatti ricchi di vegetali (forniti da un’azienda locale biodinamica) e materie prime nel rispetto del proprio territorio, in nome dello scarto zero anche perché i menu nascono ricostruendo la totalità dell’ingrediente.

Punto - Tartelletta di farina di castagne con chantilly allo zafferano e frutti di bosco
Tartelletta di farina di castagne con chantilly allo zafferano e frutti di bosco (ph. Lido Vannucchi).

Tra i primi piatti l’offerta è essenzializzata in una pasta fresca, una pasta secca (immancabili i capelli d’angelo omaggio ad Alajmo), un risotto e una minestra, a celebrare la forza della tradizione italiana; ottime le carni, ma una menzione speciale merita il pane, una sola tipologia di grande pezzatura, a cui Damiano si dedica con passione e ricerca continua.
Una cucina unica, inconfondibile, dai sapori netti e mai banale, “brutalmente elegante”.

Punto
Via dell’Anfiteatro, 37 – 55100 Lucca
Tel. + 39 0583 058490
Mail: [email protected]
http://www.puntoofficinadelgusto.com/

DAO Content

Post più letti

Newsletter

Tieniti aggiornato sulle ultime news di The Tasty Ways

  • Consulta la privacy policy
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.